Guida a Grindr: l’app per gli incontri gay

Grindr è l'applicazione che risponde alla grande quantità di richiesta di app per incontri esclusivamente gay. Ecco come funziona e tutto quello che c'è da sapere a riguardo

0
253
Se stai cercando un app dove trovare il tuo lui/lei del tuo stesso sesso, hai trovato l'applicazione giusta

Se stai cercando un modo pratico e veloce per incontrare e conoscere persone con cui intrapendere un rapporto Gindr è l’app giusta per te.
Sicuramente su Gindr tutto avviene con più facilità, diciamo che si “arriva dritti al sodo” in modo più veloce e diretto, questa è l’applicazione più utilizzata dagli omosessuali e bisessuali. Ma facciamo un passo alla volta.

Guida a Grindr: come iniziare

La prima cosa che si deve fare è scaricare l’app, ovviamente per poterla scaricare è richiesta la dichiarazione di maggiore età. Fatti questi due passaggi eccoci davanti all’interfaccia dell’app, tutto comincia con la creazione del profilo.

Niente di difficile, bisogna soltanto compilare tutti i campi richiesti, il consiglio è quello di essere conciso e diretto nelle descrizioni, spiegando in breve quello che cerchi e dando imput interessanti agli altri utenti.
Ora puoi iniziare ad utilizzare l’app: inizia con lo scorrere tra i vari utenti e se trovi qualcuno che ti interessa, contattarlo premendo sul tasto a “fumetto” per avviare la chat. Se premi sul tasto con la stellina potrai aggiungere un utente ai tuoi preferiti e leggere lo stato ogni volta che lo desideri.

L’icona con i tre rettangoli serve per applicare dei filtri di ricerca, qui potrai inserire i parametri di tuo interesse e le caratteristiche che più prediligi. Ovviamente durante una chat puoi inviare foto e anche la posizione approssimativa, attivando il GPS. Come in tutte le app di incontri, esiste una sezione Premium.

Guida pratica a Grindr

Il successo di Grindr dipende in gran parte dal fatto che creare un account è facile e veloce e che per diventare utente attivo ci vuole davvero pochissimo, l’interfaccia è poi semplicissima e intuitiva.

La domanda nasce spontanea. Cosa potrebbe andare storto quindi? In realtà, tutto.

La regola non scritta ma fondamentale è la necessità di essere chiari, la maggior parte degli utenti ha voglia di divertirsi, se quindi mentre stai chattando con qualcuno, quest’ultimo ti chiede di vedersi non ti tirare indietro. Fingere quindi di essere e di volere altro è sbagliato e controproducente.

Il consiglio è quello di scrivere nel proprio profilo chi si è e che cosa si cerca realmente. Capiterà di non avere grande riscontro e avrai a che fare con qualche delusione, ma si eviterà di prendere in giro se stessi e gli altri.

La velocità è sicuramente un altro fattore importantissimo per gli utenti di Grindr, nella maggioranza dei casi, chi usa l’app cerca un incontro occasionale. Se la persona con cui stai chattando non ti interessa o se in quel momento non ti va, cerca di essere sincero e di dire onestamente quello che pensi. 

Ovviamente essere originali paga sempre, ma non esagerate, evita assolutamente di mettere come foto profilo una che non corrisponda alla realtà, o peggio ancora che non ritragga te, ma qualcun’ altro.

Se decidi di incontrare qualcuno? Scegli un luogo pubblico, per capire bene chi hai di fronte ed eventuale, in ogni caso ricorda che il “no” è un’opzione da poter sempre esercitare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here