Stangata per gli italiani che hanno una prima casa di proprietà: ci mancava solo questa

Anche i proprietari di una prima casa si troveranno di fronte a una pesante stangata. Sorpresa amara perché arriva la mazzata dell’IMU.

Acquistare una casa è il sogno di milioni di italiani, ma quando si fa si devono tenere sotto mano numerosi dettagli per evitare di trovarsi a dover sostenere delle spese anche molto pesanti.

Tasse sulla prima casa
IMU sulla prima casa – tabuloid.it

Sappiamo tutti che esistono delle agevolazioni fiscali sulla prima casa, cosa che però non è così scontata come credono in molti. Infatti si può commettere un errore che rischia di depauperare alcuni nostri sforzi economici. Sotto questo punto di vista dovete dunque leggere con attenzione le leggi ed evitare di trovarvi a incorrere anche in eventuali sanzioni.

Di solito chi si approccia all’acquisto della prima casa non sa bene come funzionano le cose. A volte infatti si decide di affittarla per pagare il mutuo, magari rimanendo in casa dei propri genitori. Una scelta che però potrebbe portare a numerosi problemi. Andiamo dunque a svelarvi come evitare di pagare l’IMU anche sulla prima casa.

IMU prima casa, ecco come evitarlo

L’IMU, nota anche come Imposta municipale unica o imposta municipale propria, è un tributo in vigore del 2012. Si tratta di una tassa diretta di tipo patrimoniale perché si applica alla componente immobiliare. Solitamente non si paga sulla prima casa, ma ci sono delle eccezioni.

Imu sulla prima casa da pagare?
Ecco come evitare l’IMU sulla prima casa – tabuloid.it

L’agevolazione è legata alla residenza che dovete dichiarare entro i 18 mesi dall’acquisto, altrimenti vi ritroverete a pagare l’imposta patrimoniale. Si deve fissare la dimora abituale nel Comune e si deve dichiarare ufficialmente anche il trasferimento di residenza al momento dell’acquisto. Se si trascura questo dettaglio si rischia davvero di perdere il bonus.

Attenzione però a fare una dichiarazione di residenza falsa perché potreste pagare punizioni molto care come addirittura quella di finire in carcere. Vi potrete inoltre trovare a pagare l’IMU due volte.

Il bonus prima casa è sicuramente un’agevolazione molto interessante per quanto riguarda le leggi fiscali del nostro paese, ma bisogna fare attenzione anche a come si fanno le cose. Entro 18 mesi dal rogito è necessario trasferire la residenza nell’immobile e poi dimostrare che la dimora è veramente quella che avete acquistato per poter godere dei diritti che vi abbiamo spiegato.

Il consiglio è quello di farvi aiutare da persone competenti e che conoscano le leggi in questa direzione, evitando dunque di ritrovarvi ad avere delle ripercussioni che si possono considerare anche molto pesanti.