Che rapporto c’è tra la figlia di Antonella Clerici e il compagno?

Antonella Clerici e la sua piccola Maelle formano un’unica famiglia con il compagno Vittorio Garrone e i tre figli di lui.

Foto Facebook

Quella di Antonella Clerici è una grande e bella famiglia allargata. L’incontro con Vittorio Garrone è stata una vera e propria svolta per la presentatrice, che ha cambiato la sua vita per amore.

Ha lasciato Roma e si è trasferita ad Arquata Scrivia, in Piemonte. E la Clerici ha portato con sé la piccola Maelle, la figlia avuta undici anni fa dall’ex compagno Eddy Martens. Ma che rapporto ha la bambina con il suo “patrigno”?

LEGGI ANCHE >>> Antonella Clerici confessa: “Mia sorella finge di non conoscermi”

Al settimanale Confidenze Antonellina ha assicurato che Maelle e Vittorio sono molto legati. Garrone ha trasmesso alla piccola la passione per l’equitazione. Oggi Maelle è diventata molto brava e ha un cavallo tutto suo nella grande casa in campagna dove vive.

Antonella Clerici e Vittorio Garrone con i rispettivi figli formano una grande famiglia allargata

Vittorio è un punto di riferimento importante per lei. Quando ci siamo conosciuti aveva solo sette anni e anche se ha il suo papà si vogliono molto bene. E lei chiama i figli di Vittorio i miei fratelli”, ha dichiarato Antonella Clerici.

Se Vittorio Garrone ha saputo creare un bel legame con Maelle lo stesso ha fatto Antonella Clerici con i figli del suo compagno. La convivenza non ha complicato la situazione ma ha rafforzato ancora di più questa famiglia allargata, che si appresta a trascorrere le festività natalizie tutti insieme appassionatamente.

LEGGI ANCHE >>> Ricordi in studio per Antonella Clerici ed Enrico Mentana

Garrone ha tre figli: Luca che ha 18 anni, Beatrice di 25 e la più grande Agnese che però non vive con la coppia perché lavora a Parigi.

Nonostante la sintonia e la complicità, per ora, Antonella Clerici e Vittorio Garrone non fanno progetti matrimoniali. Entrambi hanno alle spalle dei grossi fallimenti – lei è stata sposata addirittura due volte – e preferiscono andarci cauti.