Berlusconi con gravi problemi al cuore, come sta l’ex premier

Processo slittato per Silvio Berlusconi, il giudice ha accettato la richiesta di rinvio a causa dei gravi problemi di salute del cavaliere.

Foto Facebook

Il filone romano del processo Ruby Ter che vede imputati Silvio Berlusconi e Mariano Apicella è stato rinviato a maggio dell’anno prossimo.

I giudici della seconda sezione penale del tribunale hanno accolto la richiesta di legittimo impedimento presentata dall’avvocato Franco Coppi che testimonia le precarie condizioni di salute dell’ex premier.

Il quale presenta “seri problemi cardiologici”, evidenziati dalle cartelle cliniche avanzate in tribunale. Berlusconi è imputato per la presunta corruzione legata alla falsa testimonianza di Apicella riguardo alle feste organizzate ad Arcore.

LEGGI ANCHE >>> Maria De Filippi: la confessione sul figlio adottato che stupisce

I giudici hanno invece respinto la richiesta del pm Roberto Felici di stralciare la posizione del cantante napoletano dal processo, ritenendola “strettamente connessa” a quella del Cav.

Al centro della vicenda discussa davanti ai giudici romani c’è il presunto pagamento di 157mila euro che l’ex premier avrebbe fatto ad Apicella affinché dichiarasse il falso a Milano sul caso delle Olgettine e sulle cene eleganti di Arcore.

Le condizioni di salute di Berlusconi si sono aggravate, i medici raccomandano assoluto riposo

In ogni caso la giustizia dovrà attendere almeno fino a maggio del nuovo anno per poter fare il suo corso. Le condizioni di salute di Silvio Berlusconi, infatti, non sono per niente rassicuranti.

I medici hanno raccomandato riposo assoluto, per questo il cavaliere non si è recato in aula per un’udienza del medesimo processo già lo scorso 30 novembre. In quell’occasione però l’avvocato non aveva fatto richiesta di rinvio, magari con la speranza che le condizioni di salute del suo assistito migliorassero a breve.

LEGGI ANCHE >>> Pier Silvio Berlusconi dice addio a due di ‘famiglia’

Berlusconi era stato ricoverato a settembre per Covid 19, poi guarito, dimesso e tornato a casa, ora vive un altro momento difficile rispetto a quello che era stato il suo iter di miglioramento.

Il peggioramento attuale è stato causato da un certo attivismo del leader di Forza Italia negli ultimi giorni, cosa che invece gli era stata sconsigliata da medici. Il legale del cavaliere ha parlato di “fibrillazione atriale” e quindi di un problema cardiaco.