Johnny Depp: anche se è stato licenziato, riceverà l’intero compenso

Johnny Depp, licenziato dalla Warner Bros, ha fatto in tempo a girare una sola scena per Animali Fantastici, ma riceverà comunque l’intero compenso

Depp riceverà l'intero compenso
Foto di Twitter

Alcune fonti americane dicono che Johnny Depp, insieme a molti attori famosi, stipulano dei contratti “pay-or-play”, che prevedono che l’intero compenso sia pagato indipendentemente da ciò che accade al film.

Inoltre, nel caso specifico dell’attore, non c’era alcuna clausola di moralità, dunque il licenziamento – dovuto alla sconfitta nella causa legale contro Amber Heard e il The Sun – non è legittimo, quindi il compenso di Depp non può essere intaccato.

LEGGI ANCHE >>> Johnny Depp è stato licenziato

Johnny Depp: cosa ne sarà ora della sua carriera?

 

Depp riceverà l'intero compenso
Foto di Twitter

Depp aveva annunciato il licenziamento da parte della Warner Bros, su Instgram e con un post aveva detto la verità: “Desidero farvi sapere che mi è stato chiesto dalla Warner Bros. di dimettermi  dal mio ruolo di Grindelwald in Animali fantastici e ho rispettato e accettato a quella richiesta.

Poi, però, aveva aggiunto che la sua carriera non sarebbe stata determinata da questo brutto momento.

Nel frattempo i suoi fans non si arrendono. E’ stata infatti lanciata su Change.org una petizione per far reintegrare Johnny nel film. La petizione ha già quasi raggiunto l’obiettivo delle 200.000 firme. «Il verdetto del Sun è stato totalmente ingiusto, se non verremo ascoltati, boicotteremo il film», questa la minaccia degli organizzatori.

«La Warner Bros ha chiesto a Johnny Depp di dimettersi e di lasciare il ruolo di Grindelwald nel film “Animali Fantastici 3” ma ciò è successo a causa del verdetto totalmente ingiusto del processo contro il tabloid “The Sun”. Lo rivogliamo indietro! La Warner Bros dovrebbe ascoltare il pubblico o boicotteremo il film!!!»., si legge nella petizione.

Cosa accadrà ora? La casa cinematografica ascolterà la voce dei fans? Ci sarà davvero il timore che l’uscita del film sia boicottata?

Staremo a vedere se la Warner Bros cambierà idea e reintegrerà Johnny nel suo ruolo.

LEGGI ANCHE >>> Hugh Grant racconta l’esperienza con il Covid