Ciao Ciao Instagram: la scelta di Zuckerberg è sconcertante

Sta facendo discutere, e non poco, la scelta di Mark Zuckerberg delle ultime ore. Potremmo dire addio a Instagram per sempre. Ma cosa sta succedendo?

Chi di voi ora è alla soglia dei 30 anni – piangiamo tutti insieme per questa sconcertante realtà – si ricorderà benissimo quanto dolce, ingenuo e perfino hipster fosse Instagram all’epoca. I nostri amici, infatti, si improvvisavano tutti artisti dal profondo spirito filosofico e pubblicavano un bel sole al tramonto, un mare in tempesta o un selfie invecchiato male e che guardiamo ora con una misto di tenerezza e imbarazzo. Insomma, era una dimensione congeniale per gli adolescenti che volevano essere loro stessi in uno web space tra i più creativi in assoluto.

Instagram
Fonte: Canva

Piano piano, però, senza che neanche ce ne accorgessimo, questo social genuino ha subito una radicale trasformazione con cui facciamo sempre più fatica a convivere. Forse il punto di non ritorno è iniziato quando sono apparse le stories, ovvero la possibilità di ammorbare per 24 ore il feed del malcapitati di turno con 3000 foto al mare, in discoteca o al ristorante mentre ci si diverte proprio, ma proprio un sacco. E fino a qua, diciamo che abbiamo abbondantemente tutti chiuso un occhio.

Le sponsorizzazioni, però, sono state la goccia che hanno fatto traboccare il vaso, un po’ come l’assassinio di Francesco Ferdinando. Instagram, infatti, si è trasformata in un’importantissima fonte di guadagno per tutte le influencer e non solo. Tuttavia, l’ultima novità introdotta da Mark Zuckerberg non è piaciuta per nulla agli utenti che stanno protestando con sempre più forza contro il cambio radicale del social.

La TikTokizzazione di Instagram: la mossa social che non piace agli utenti

Pur di non perdere utenti, soprattutto tra i più giovani, Instagram sta diventando sempre più simile a TikTok. Le modifiche, però, cambierebbero irreversibilmente il social. Un feed estremamente algoritmico, maggiore spazio ai “reels”, nonché la promozione della funzione “remix” in stile TikTok, rischiano di annullare ciò che resta di Instagram. Proprio per questo, molti utenti faticano a trovare solo contenuti di amici e familiari che seguono. Insomma, il social dà risalto ai profili che funzionano e che danno visualizzazioni, anche se non li seguiamo, limitando di molto così la nostra possibilità di scelta.

protesta social
Fonte: Twitter

Se abbiamo deciso di non seguire Chiara Nasti o Zlatan Ibrahimovic un motivo ci sarà. Tuttavia, il capo di Instagram, Adam Mosseri, malgrado il malumore e la campagna social per rendere Instagram di nuovo Instagram, ha detto chiaramente che il suo futuro sarà un altro. Meno fotografie e più video quindi ci attendono. “Sto ricevendo molti messaggi preoccupati sulle foto e su come stiamo spostando l’attenzione verso i video. Voglio essere chiaro: continueremo a mantenere le foto, sono parte della nostra storia, adoro le foto e so che molti di voi le adorano. Ciò detto, devo essere sincero: credo proprio che Instagram diventerà sempre più un posto per i video”, ha detto Mosseri in un video pubblicato su Twitter. “Dovremo evolverci, perché il mondo sta cambiando rapidamente e dovremo cambiare con esso”.

Ma Kylie Jenner non ci sta e ha pubblicato un’immagine con la scritta “Rendete Instagram di nuovo Instagram. (Smettete di provare a essere TikTok, voglio vedere le foto carine dei miei amici)”. Chissà se Mosseri ascolterà la queen dell’impero Kardashian o continuerà la TikTokizzazione di Instagram.

Impostazioni privacy