Dopo la conferenza stampa, Renzi minaccia Conte e il governo

Renzi all’attacco dopo la conferenza stampa del premier, minaccia la caduta del Governo

La Stampa pubblica uno scoop! Delle parole scottanti che sarebbero state pronunciate da Renzi dietro le quinte.

Queste le sue parole: “Conte non ha capito che io non ho niente da perdere, non sono come Salvini che si giocava il Viminale. Se perdiamo in aula, a lui tocca governare con una maggioranza debole, un’agonia. E noi dall’opposizione recuperiamo voti. Se vinciamo, lui perde e se ne va a casa“.

L’articolo della Stampa è scritto da Carlo Bertini e apre degli scenari inquietanti in merito alla durata di questo Governo.

LEGGI ANCHE >>> RAI, aggressione in diretta Tv: “L’ho pregato di fermarsi”

LEGGI ANCHE >>> Terrore in autostrada: il camion si ribalta, la fine è atroce

Siamo alle soglie di una vera e propria crisi di Governo?

L’esplosione è arrivata dopo la conferenza stampa a Palazzo Madama in cui Conte ha apertamente sfidato Renzi: non vuole cedere la delega ai servizi segreti, boccia il Mes e non sembra nemmeno più convinto del rimpasto che aveva offerto nei giorni scorsi alle forze politiche.

Quando fu Salvini ad andare in Senato  e spiegare perché voleva togliere la fiducia al governo, al premier andò bene. L’ex ministro dell’Interno perse la sfida dialettica e successivamente si formò una maggioranza alternativa a quella Lega-M5s che gli consentì di rimanere a Palazzo Chigi.

Ed è più o meno quello che Conte si aspetta anche adesso. Perché tanti eletti di Italia Viva non sono sicuri di riuscire a tornare in parlamento in caso di scioglimento delle camere. Perché l’alternativa, ovvero il piano Draghi, pare poco praticabile visto che l’ex presidente della Banca Centrale Europea non ha intenzione di accettare ruoli politici.

Inoltre Conte è convinto di avere i voti necessari per reggere anche senza Renzi e i suoi. Un piano che però scricchiola, secondo Renzi.

«Certo, deve avere un’arma segreta Conte per fare così», scherza Renzi.