Infermiera si vaccina, ma 24 ore dopo risulta positiva

Infermiera positiva al coronavirus un giorno dopo aver ricevuto la sua prima dose di vaccino Pfizer

Pixabay

In Spagna un’infermiera che faceva parte del team impegnato da domenica nella somministrazione del vaccino in una casa di riposo, è risultata positiva al Covid. A causa di questo incidente, altri 4 infermieri più 66 ospiti della struttura sono stati messi in isolamento.

Il quotidiano El Pais riporta questa assurda notizia. Secondo alcuni medici è probabile che la donna sia stata positiva già prima del vaccino, visto che non è stato fatto alcun tampone prima della somministrazione.

Un’altra infermiera impiegata nella casa di riposo è risultata positiva ieri ma il dipartimento della Salute catalano ha spiegato che non c’è relazione tra i due casi.

LEGGI ANCHE >>> Denunciate 156 persone: intascavano i buoni spesa Covid, fingendosi poveri

LEGGI ANCHE >>> Vaccino Covid obbligatorio in Italia? Bassetti: “Negazionisti ignoranti”

L’infermiera risultata positiva, probabilmente, lo era già prima della somministrazione

Alla donna non era stato fatto il tampone prima di iniziare la somministrazione del vaccino, dunque avrebbe potuto essere già positiva nel momento in cui le è stata somministrata la prima dose. Se cosi non fosse, sarebbe davvero strana la questione.

Le autorità non sanno spiegare cosa abbia originato il contagio. Le infermiere indossavano tute, guanti e doppia mascherina e non erano state a contatto con gli anziani per i 15 minuti che i protocolli medici definiscono contatto stretto con un positivo.

Come più volte gli esperti hanno ribadito nelle scorse settimane, il vaccino garantisce la protezione a partire da alcuni giorni dopo la somministrazione, e l’immunità completa arriva dopo la seconda dose, che viene iniettata tre settimane dopo la prima.