Centinaia di turisti in Svizzera scappano dalla quarantena

Centinaia di turisti britannici che si trovavano in quarantena nella stazione sciistica di Verbier sono scappati nella notte

Pixabay

Quello che è accaduto in Svizzera ha dell’incredibile. Centinaia di turisti britannici che si trovavano in quarantena nella stazione sciistica di Verbier sono scappati nella notte tra sabato e domenica e non hanno terminato il loro isolamento.

Circa 200 di loro sono andati via protetti dall’oscurità. «Molti di loro sono rimasti in quarantena per un giorno prima di allontanarsi inosservati grazie alla copertura dell’oscurità», ha detto a SZ Jean-Marc Sandoz, portavoce del comune di Bagnes.

LEGGI ANCHE >>> Lapo Elkann: la decisione “generosa” che stupisce tutti

LEGGI ANCHE >>> Bufera su Neymar per quello che ha fatto: scopri cosa è accaduto

Turisti inglesi scappati nella notte dalla quarantena in Svizzera

È la seconda volta che si parla di Verbier in queste settimane, dopo le polemiche sugli assembramenti in fila agli impianti sciistici di qualche giorni fa. I turisti britannici costituiscono normalmente il 21% della clientela di questo paese svizzero.

Il governo svizzero aveva introdotto una quarantena di 10 giorni per chiunque fosse arrivato dalla Gran Bretagna dal 14 dicembre, dopo il rilevamento della nuova variante del Covid-19.

Dal canto suo la BBC, riferisce che molti albergatori sono stati chiamati dai turisti britannici che hanno chiesto loro il rimborso, ma solo una volta usciti dalla Svizzera e messo piede sul suolo francese. Strano comportamento, vien da pensare, se avessero avuto il permesso di allontanarsi, perché non chiedere il rimborso prima di lasciare l’albergo?

I turisti britannici costituiscono normalmente il 21% della clientela di Verbier e la maggior parte inizia ad arrivare nei giorni dopo Natale.

Non è ancora chiaro in che misura si sia già diffusa questa variante al di fuori della Gran Bretagna e del Sudafrica.