Il dramma di Gerry Scotti: ha dovuto lasciare la sua casa

Gerry Scotti, uno dei conduttori più amati del panorama italiano, racconta in un’intervista, il dolore che si porta dentro per un episodio del passato

GERRY SCOTTI COMMOSSO
Screenshot

Gerry Scotti è sicuramente uno dei conduttori più amati del panorama italiano. Con la sua simpatia, dolcezza, empatia e rispetto, ha conquistato i cuori di tutti.

Anche il presentatore ha sofferto tanto nella sua vita, e non soltanto per il Covid che lo ha colpito qualche tempo fa. Forse non tutti lo sanno, perché lui non parla quasi mai della sua vita privata.

Il grande dolore che ha afflitto Gerry è stato il divorzio da sua moglie, Patrizia Grosso. Sappiamo che il conduttore non parla mai della sua vita intima, ma in questa intervista rilasciata a La Stampa ha voluto ricordare quei momenti dolorosi.

LEGGI ANCHE >>> Gerry Scotti: “Chissà dove sono le persone ricoverate con me”

LEGGI ANCHE >>> Gerry Scotti: la notizia che commuove fan e spettatori

Gerry Scotti: “Ho dovuto fare le valigie e lasciare la mia casa”

Gerry Scotti ha dovuto lasciare la casa dove era nato suo figlio quando divorziò da Patrizia Grosso. Nel suo racconto, lui stesso dice: “Per uno con una famiglia come quella nella quale sono cresciuto io, il matrimonio era sacro. Il fatto che il mio sia naufragato è stato un fallimento. Quando ho capito che si era rotto un vaso che non si sarebbe più aggiustato ne ho sofferto molto”. 

Il conduttore prova anche un po’ di vergogna per questo fallimento: “Non mi sono mai vergognato di niente, ma quando mi sono separato per poi arrivare al divorzio mi vergognavo di aver finito la storia della mia famiglia. Ci sono tre grandi dolori nella vita: la morte, il divorzio e il trasloco”.

Ha dovuto lasciare l sua casa dove aveva costruito la sua famiglia: “In un attimo me ne sono successi due su tre perché oltre alla separazione ho dovuto fare le valigie e uscire da casa mia, il posto dove era nato e viveva mio figlio. È stato un miracolo che non sia caduto in depressione. Devo dire grazie al mio lavoro perché essendo impegnato tutti i giorni con Passaparola, Il Milionario o tutte le cose che in quel frangente occupavano la mia vita, sono riuscito a non cadere nell’errore della commiserazione.

Gerry: “Il lavoro mi ha salvato. Poi è arrivata Gabriella”

Screenshot

Gerry ammette che il lavoro lo ha salvato: “Il lavoro è stato la stampella alla quale appoggiarmi. Certo, avrei voluto mantenere un buon rapporto con la madre di Edoardo ma non ci sono riuscito e non ne vado fiero. Avrei preferito diversamente”.

Il conduttore ha ritrovato il proprio equilibrio con la nuova compagna: Gabriella. Sono ormai diversi anni, più di 10, che stanno insieme. Tra i due non è stato un colpo di fulmine. Si conoscevano da un bel po’ e dopo chiacchierata, tutto è parso limpido. E’ sbocciato l’amore.