Il campione abbandona l’Eredità: “Devo andare a fare il presepe”

Massimo Coletta abbandona l’Eredità, saluta tutti con grande commozione, ma comunica la sua decisione con fermezza. Dopo 51 puntate lascia il programma.

Screenshot

Uno dei grandi protagonisti de L’Eredità, sicuramente il concorrente più rappresentativo degli ultimi anni, è Massimo Cannoletta. Originario di Acquarica, un comune situato nel leccese, è stato in grado di vincere somme considerevoli, infatti si è portato a casa 280 mila euro.

Nelle sue 51 puntate è stato anche artefice di un record, avendo risposto a tutte le nove domande del Triello. Nella giornata del 23 dicembre è arrivata la decisione che indubbiamente rattristerà milioni di telespettatori.

Lui ha 46 anni ed è laureato in Scienze Politiche. Ha lavorato come divulgatore d’arte, di storia e di musica e a bordo di una nave da crociera italiana è stato responsabile del programma culturale.

Purtroppo per lui però, la pandemia da coronavirus ha bloccato tutti ed è rimasto senza lavoro dalla scorsa primavera. Dopo aver incantato per tantissimo tempo il pre-serata di Rai 1, Massimo ha assunto una decisione definitiva e si è commosso nell’annunciarla.

LEGGI ANCHE >>> Come mai Lorella Cuccarini non conduce più La Vita in Diretta

LEGGI ANCHE >>> Heather Parisi, una scelta che in molti non condivideranno

Il campione resta imbattuto, ma abbandona il game show di Rai 1

Cannoletta ha quindi voluto ritirarsi dal programma televisivo. Queste le sue parole: “Io devo andare a fare il presepe”. E Flavio Insinna ha subito commentato: “Un modo gentile per dire che ci lasci”.

Mentre portava avanti il suo discorso finale, sul suo volto si è potuta notare una certa commozione. E come biasimarlo, visto che è stato protagonista assoluto per un tempo davvero enorme. Ha ottenuto anche stavolta la conquista della ghigliottina, ma ha deciso di mollare.

Massimo Cannoletta ha quindi detto davanti alle telecamere: “Grazie a tutti, a tutta la squadra. Nel momento in cui sarà passata questa pandemia, mi aspetto da te una stretta di mano ed un abbraccio. Voglio ringraziare la regia e i tecnici, tutti. Voglio dedicare questa mia partecipazione alle persone positive al virus che mi hanno scritto in queste settimane e hanno ringraziato, non solo me ma tutti voi, per aver alleggerito la loro situazione”. Parole che significano addio definitivo.