Niente Grande Fratello Nip nel 2021, ma la D’Urso dice sì

Confusione riguardo al Grande Fratello edizione non famosi, Barbara D’Urso conferma la messa in onda, ma Mediaset non si pronuncia.

barbara d'urso zia
Fonte Instagram

Il Grande Fratello nella versione nip tornerà nella primavera del 2021: a dare la notizia è stata Barbara d’Urso che, di recente, intervistata dal magazine Oggi, ha assicurato che il reality show verrà trasmesso sulla rete ammiraglia Mediaset e che lei lo guiderà.

Tuttavia, come riporta Dagospia, pare che non ci sia alcuna certezza che il programma vedrà la luce tra qualche mese. Né la Endemol né Mediaset hanno confermato l’annuncio della presentatrice campana.

Inoltre il programma per ora non sembra essere stato inserito nei palinsesti e a Cologno Monzese si cerca ancora la quadra per l’Isola dei Famosi.

Infine l’indiscrezione riporta che, “qualora il GF Nip andasse in porto, ipotesi al momento difficile”, si arriverebbe a “uno stop di Non è la D’Urso. Insomma, l’unica certezza di questi giorni è paradossalmente l’incertezza regnante sul futuro dei due reality.

LEGGI ANCHE >>> Barbara D’Urso pensa a un futuro in politica

LEGGI ANCHE >>> La gaffe a Pomeriggio 5, l’univeristà di Pavia sbugiarda la D’Urso

Barbara D’Urso la curva del suo successo sta davvero calando?

Insomma né il reality della D’Urso né quello di Ilary Blasi sono ancora realmente confermati. Probabilmente i problemi legati alle norme anti-covid rendono difficile la produzione dei due programmi e i vertici Mediaset navigano a vista sperando in un miglioramento generale della pandemia.

Negli ultimi mesi Barbara D’Urso ha dovuto fare i conti anche con un calo di ascolti costante: sia Pomeriggio 5, sia Live – Non è la d’Urso hanno perso terreno rispetto ad altri talk e programmi. Anche Domenica Live, se confrontata agli anni scorsi, ha registrato una flessione.

Sembrano essere lontani i tempi in cui Barbara batteva puntualmente la concorrenza di Rai Uno. Così oggi, vuoi per un po’ di usura dei format, vuoi perché il tema Coronavirus, che cannibalizza l’informazione, è meno nelle sue corde, la 63enne napoletana deve affrontare tale emorragia di ascolti.

Rimane da capire se si è innanzi a una flessione temporanea oppure se si è di fronte all’inizio di una parabola discendente destinata a durare e quali saranno i provvedimenti dell’azienda a riguardo.