Amal Clooney: “Prometto a mio marito che non lo farò mai più”

Amal mette a segno un altro grande successo professionale e lo dedica al suo George, “il marito perfetto”. Poi promette: “Non lo farò mai più!”.

Screenshot

Amal Clooney Almuddin ha fatto una promessa pubblica e solenne al marito George Clooney. “Per il bene del nostro matrimonio, non lo farò mai più”, ma cosa? Cosa ha combinato di tanto grave la moglie dell’attore di Hollywood?

Amal è l’avvocatessa di diritto penale internazionale e paladina dei diritti umani più famosa del pianeta. Visiting alla Columbia Law School’s Human Rights Institute, ha insegnato Diritto penale alla University of London e presso la Hague Academy of International Law.

Autrice di diversi testi legali, ha appena presentato il suo ultimo lavoro. Un volume di oltre 1000 pagine, che, ha rivelato People Magazine, ha rischiato di mettere a serio rischio l’equilibrio famigliare. Non fosse che George è un vero tesoro.

In occasione della presentazione del suo lungo lavoro editoriale, Amal ha fatto una meravigliosa dichiarazione d’amore al marito, come quella che lui le aveva fatto poco tempo fa affermando che la moglie e i due figli Ella e Alexander, gli hanno cambiato la vita rendendolo un uomo migliore.

“Verrà un giorno in cui, indicando il sottoscritto, diranno quello seduto accanto ad Amal”, ha dichiarato l’attore parafrasando una dichiarazione che JF Kennedy aveva fatto sulla moglie Jacqueline.

LEGGI ANCHE >>> Chi sarà il primo ospite famoso di C’è Posta per Te?

LEGGI ANCHE >>> Arisa e Malgioglio, l’amicizia che non ti aspetti. Come si sono conosciuti?

George Clooney è il marito perfetto, sempre paziente e incoraggiante

I due sono spostati dal 2014, hanno due figli e il loro matrimonio sembra andare a gonfie vele nonostante i numerosi impegni professionali di entrambi. Il libro di Amal è solo l’ultima sfida importante che la coppia ha superato insieme.

È stato un lavoro davvero lungo. Ogni revisione che facevo doveva essere l’ultima, invece non lo era mai. In pratica l’ho scritto mentre lui girava i suoi film, location dopo location. Io sono abituata a questo processo di scrittura, ma a lui è sembrato giustamente eterno”, ha dichiarato l’avvocato.

“Eppure George è stato paziente, incoraggiante e stimolante. Sempre. Sapevo già che è una persona incredibile, non avevo bisogno di ulteriori prove. Ma questa è l’ennesima conferma”, ha spiegato Amal al People.

Il librone è un tomo di diritto internazionale, materia in cui l’avvocatessa è una personalità a livello mondiale, dal titolo The Right To a Fair Trial in International Law.