Chi è Tha Supreme, il rapper animato italiano

Il rapper dalla felpa viola è al top delle classifiche, nonostante la giovanissima età. Chi è tha Supreme il rapper animato italiano?

Il rapper dalla felpa viola è al top delle classifiche, nonostante la giovanissima età. Chi è tha Supreme il rapper animato italiano?

Tha Supreme, da produttore a rapper animato italiano

Tha Supreme, pseudonimo di Davide Mattei, è nato il 17 aprile 2001 a Fiumicino: ha un approccio alla musica molto precoce, visto che a 12 anni già reinterpreta i successi dei suoi miti in chiave strumentale. Inizia a produrre inediti a 14 anni, e a 16 lascia la scuola. Il sogno di entrare nel mondo della musica non lo abbandona, ma lo conduce in una direzione particolarmente creativa.

Il 4 ottobre 2017, quasi per gioco o per ribellione, butta giù di getto il suo primo singolo 6itch. Dice di voler dare una svolta alla sua attività, e che per farlo ha capito di dover trasformare i suoi beat in qualcosa di più completo: è la svolta! Subito dopo esce il singolo di Salmo Perdonami, prodotto proprio da tha Supreme. È il volano che consente a 6itch di farsi conoscere, e a Davide di continuare la sua promettente carriera.

Con l’aumento della popolarità diminuisce anche la voglia di apparire”: così nasce la sua versione animata, un giovane in felpa viola che vive in un contesto alla Rick & Morty. Intanto le produzioni continuano e le collaborazioni aumentano.

View this post on Instagram

milano

A post shared by 😇👿 (@tha.supreme) on

Tha Supreme e le collaborazioni

Dal 2018 in poi, per Davide fioriscono produzioni e successi: produce molti giovani artisti esordienti tra cui sua sorella Mara Sattei, ma anche artisti affermati come lo stesso Salmo, Nitro e Ghali.

Intanto esce il suo secondo singolo, 5olo seguito poi dal pezzo Scuol4. Il top del successo arriva con il singolo Blun7 a Swishland inserito nell’albulm 23 6451, che tradotto è Le Basi. Il mix numeri lettere è strategicamente voluto, anzi, è il marchio di fabbrica del rapper.

E per rimanere in tema, la creatività e l’intelligenza nel marketing pubblicitario non si ferma qui: in occasione della presentazione dell’album 23 6451, ha fatto esplodere l’hype dei fans romani dando loro appuntamento sotto due sue gigantesche statue. Ovviamente in felpa viola (indossata anche dai fans) e con joint in mano.

Tha Supreme mostra il suo volto?

Quasi mai, e sembra che questo sia un mood molto in voga tra i rapper del momento. Da Miss Keta a Liberato, senza dimenticare gli intramontabili Daft Punk e Gorillaz: l’alone di mistero che aleggia dietro un volto coperto è contagioso e coinvolgente. Un po’ come il beat di tha Supreme, che non tralascia dei toni freschi e internazionali; il flow è discontinuo ma proprio per questo unico, e si sa che in un mondo di copie rendersi unici è fondamentale.

Anche sui social preferisce dare spazio alla sua arte, soprattutto su Youtube, dove ha reso il suo canale a propria immagine: unico e animato. Su Instagram potete trovarlo su @tha.supreme dove da molto spazio alla sua musica ed altrettanto alle sue idee.

View this post on Instagram

troppi capelli e troppe idee

A post shared by 😇👿 (@tha.supreme) on

Fonte: Instagram

Cura anche tutta la parte grafica e la promozione delle sue produzioni, che altro aggiungere? Con 897.000 follower su Youtube possiamo aspettarci ancora molto da tha Supreme, sicuramente altre trovate geniali in linea con il suo essere un rapper, e produttore, creativo oltre che animato!

Previous articleChi è Sara Daniele la figlia di Pino
Next articleChi è Elena Morali, la showgirl onnipresente in TV
Digital designer and brand curator con la passione per storia, funzionamento e riproduzione (a mano libera, su carta e in digitale) di tutto ciò che osservo. Prediligo il lavoro in team e sono sempre bendisposta al confronto di idee dal quale traggo ispirazione e insegnamento. Ho lavorato e lavoro da anni a contatto con il pubblico e mi auguro di poter continuare a comunicare agli altri le mie idee, non solo a parole ma con l’illustrazione, la fotomanipolazione, la post-produzione e tutte le tecniche rappresentative che approfondirò. Vorrei anche essere un ingegnere, ma questa è un'altra bio.