Tutto quello che devi sapere sullo squirt

Vi siete mai chiesto cosa significhi realmente il termine squirtare? Ma soprattutto vi siete mai chiesti come riuscirci? Ecco la guida completa e le giuste indicazioni per non rimanere più a "bocca asciutta"

Come tutti quegli argomenti poco conosciuti anche l’eiaculazione femminile, sembra essere uno di quei tabù che ancora non riusciamo ad eliminare. Ma è vero che tutti sanno di cosa stiamo parlando?

Cos’è lo Squirting

Da tutti conosciuta come “squirting” in realtà in italiano è tradotto con il termine più scientifico “eiaculazione femminile”, il termine inglese come traduzione più affine è quella di “fontana”, che a dire il vero è una descrizione, non del tutto delicata e formale, del fenomeno.

Da dove arriva lo squirting? E cosa è il liquido prodotto durante lo squirting?

Il liquido in questione, bisogna iniziare a sottolineare, che non deriva dalla vagina, ma dall’uretra, e quanto alla sua natura sembra essere ancora non nota.

Sembrano infatti essere molto le teorie sulla sua origine:

Iperlubrificazione vaginale – Secrezione delle ghiandole di Bartolino – Secrezione delle ghiandole di Skene – Secrezione della prostata femminile – Emissione involontaria di urina dovuta ad un iperfunzionamento del muscolo destrusore?

Sembra quindi che la scienza abbia ancora parecchia strada da percorrere per quanto riguarda una descrizione completa e precisa dello squirting.

Tutto quello che sappiamo è però che, per chi lo prova, il fenomeno sia alquanto liberatorio e strettamente correlato ad un orgasmo particolarmente intenso. Questo è il motivo per cui il fenomeno risulterebbe assai gradito ai partner.

Come squirtare?

Anche noi donne in materia non siamo molto esperte, e molte volte non sappiamo come procedere visti i dati. Infatti uno studio effettuato da Pornhub sui video hard più cliccati dalle donne italiane, ha messo in prima posizione, proprio lo squirt. A partire da questa ricerca sorgono moltissimi dubbi e parecchie domande.

La prima: come si fa a farlo? Esiste una tecnica particolare?

Come si squirta

Quando si eiuacula è come se si percepisse un forte stimolo ad urinare. Nel momento dell’orgasmo che può essere clitorideo o vaginale, si sente una tensione crescente che si libera all’apice trasformandosi nel classico momento refrattario. Si, è stato dimostrato che anche le donne possono eiaculare, proprio come gli uomini. Lo squirting non è altro che l’emissione da parte dell’uretra di un liquido biancastro durante il rapporto sessuale.

Le donne che squirtano solitamente hanno una capacità velocissima di riempirsi di liquido e di emetterlo nel momento dell’orgasmo, prima che il fluido si concentri e si trasformi in urina dal rene: una sorta di riflesso incondizionato che avviane stimolando la parte iniziale della vagina, nella parete anteriore, su cui è appoggiata la vescica.

Come far squirtare una donna

Detto dalle donne stesse, l’orgasmo femminile è un premio a cui tutti gli uomini “puntano”. Premio alla perseveranza, alla pazienza ma sopratutto all’esperienza.

Da parte della donna, significa rilassarsi e lasciarsi andare, senza freni inibitori. Ovviamente, anche in questo caso sarà il partner a dover capire come mettere a suo agio la donna. Senza risparmiarsi.

Ma per sconvolgere i sensi, non è solo la stimolazione degli organi genitali e delle zone erogene, ma è tutto quello che fa da cornice, ogni movimento insieme al resto può portare a far eiaculare una donna.

Diciamoci la verità, una donna si eccita con i preliminari, con carezze e baci, imparate l’arte di “saperci fare” cari uomini e vedrete che non sarà poi così difficile far squirtare una donna, anzi sarà bellissimo.

Ma la tecnica? molti pensano che è già un miracolo far eccitare una donna, sbagliando.

La donna può “venire” tutte le volte che viene un uomo. La prima mossa da fare è andare a caccia del famoso punto “G”, si cari uomini cercate ed esplorate, una volta trovato il gioco è facile. Il punto “G” va stimolato con forza, questo porterà a rinvigorire indirettamente le ghiandole di Skene (equivalente della prostata maschile), che si trovano sotto al punto “G”, questo causa il riempimento e la successiva eiaculazione femminile, espulsa con violenza quando si arriva al culmine dell’orgasmo.

Ricordate uomini, le eiaculazioni femminili portano un’euforia che può prolungarsi anche per più di una mezz’ora.

Eiaculazaione femminile

Facciamo un passo indietro. Ma cos’è l’eiaculazione femminile?

L’eiaculazione femminile è un particolare meccanismo tramite cui, alcune donne al momento dell’orgasmo o subito dopo espellono del liquido.

La domanda successiva è però un’altra. Quanto comune è questo fenomeno?

Diciamo che è un fenomeno che riguarda una certa minoranza delle donne. La sua esatta incidenza nella popolazione femminile è incerta, con molta probabilità alla base di questa incertezza c’è il fatto che le donne trovano imbarazzante (non si sa il motivo) l’orgasmo e spesso preferiscono non rispondere a questo tipo di quesito.

Uno dei gli studi che più è risultato convincente sulla eiaculazione femminile è quello che appartiene a un certo Stanislav Kratochvil e risale al 1994, quest’ultimo prese a campione un gruppo di 200 donne provenienti dalla Repubblica Ceca e capi che solo il 6% di queste eiaculavano con regolarità.

Squirt: quanto liquido viene emesso

Secondo il mito: l’emissione provocata dall’orgasmo femminile coprirebbe un ingente quantità di liquido. La realtà è ben diversa, in base ad alcune ricerche, infatti il volume di eiaculato emesso è generalmente equivalente a quello di una tazzina di caffè.

Pur vero è che ritenere possibile la produzione di volumi ingenti si scontro con le piccole dimensioni delle ghiandole che producono il liquido e con il ristretto spazio fisico di cui dispongono per la conservazione del liquido stesso.

Lo squirt e le conseguenze nella vita di coppia

Secondo alcune indagini, la maggior parte delle donne ritiene l’eiaculazione femminile un fenomeno imbarazzante e che può disturbare quella che è la vita sessuale di coppia.

Strano e curiosa perché sembra che questa teoria si vada a scontrare con quanto pensano gli uomini stessi: molti partner vedono nell’eiaculazione femminile un attestato della loro virilità e delle loro capacità sessuale.

Cari uomini, tranquilli non siete voi ad essere incapaci (oddio qualcuno lo sarà anche) ma la genetica femminile di certo non è dalla vostra parte vista la sua complessità. E poi come detto prima solo il 6% delle donne arriva allo squirt, quindi tranquilli voi non avete tutte le colpe. Magari impegnatevi di più e pensate meno a voi stessi perché l’amore si fa in due.