Chi è davvero Myss Keta e perché si copre il volto?

Myss Keta è una rapper italiana che ha conquistato il mondo della musica. La cantante si mostra sempre con il volto coperto. Ma chi è davvero?

Myss Keta è una rapper italiana molto nota al mondo della musica italiana. La cantante si mostra al suo pubblico sempre con una mascherina che le copre il volto, donandole un aria di misteriosità. Ma chi si cela realmente dietro?

Chi è Myss Keta

In molti si chiedono quale sia il vero nome di Myss Keta o qualcosa di più sulla sua vita privata e sentimentale, ma in realtà non si sa molto su di lei.

Myss Keta, resa graficamente M¥SS KETA, è una rapper italiana il cui personaggio nasce nel 2013 da un’idea del collettivo Motel Forlanini. Il loro obiettivo era quello di creare un artista che rappresentasse lo Zeitgeist della cultura underground di Milano, da dove sembra provenire la cantante.

A questo progetto hanno collaborato e partecipato il producer Stefano Riva, il regista Simone Rovellini e il grafico Dario Pigato.

La cantante Myss Keta, raccontando di questo progetto, afferma che i testi sono scritti da tutti loro, e che cercano di divertirsi il più possibile:

“Abbiamo tutti delle infinite note sul cellulare in cui durante le serate ci segniamo le cose, giochi di parole, cose che leggi in giro, cose che ti dice qualcuno, soprattutto quando usciamo tutti insieme.”

Arriva dal rock-indie per poi appassionarsi all’elettronica, scoperta nel periodo della fidget house. Ascolta rap italiano, come Fabri Fibra, che spera un giorno di incontrare e ama andare ai concerti metal.

Le piacciono i testi delle canzoni raccontati con leggerezza ed ironia perché per Myss Keta l’ironia è un modo di guardare la realtà per allontanare con il giusto umorismo tutto quello che spaventa. Ed è proprio questo che cerca di riportare nelle sue canzoni.

Perché Myss Keta indossa la maschera

Il suo anonimato e la sua aria misteriosa ha sempre incuriosito il pubblico, che si è sempre posto molte domande. Naturalmente, il volto coperto da un velo e gli occhiali da sole scuri fanno parte del suo personaggio nato nel 2013.

Ma perché? è la domanda di molti. Ebbene, Myss Keta in un’intervista a Sky Tg24 afferma che:

“La uso per dare voce ai pensieri di tante persone: ognuno, con una maschera e occhiali, può diventare Myss Keta. Prendo sia dal mondo del teatro greco sia dal mondo dei giullari di corte (“Datemi la maschera e vi dirò la verità”). In questo modo mi sento molto più sincera di tante persone che mostrano il loro volto”.

I suoi grandi successi

Nell’ottobre del 2013 esce, il primo singolo Milano, sushi & coca, nome preso dall’album Sushi & Coca dei Marta sui Tubi. Questo brano ha ricevuto un ottimo riscontro, infatti il videoclip postato su Youtube è stato molto cliccato e condiviso ma ha ottenuto anche molte critiche, soprattutto per i contenuti.

Dopo un anno dall’uscita del suo primo singolo, la cantante pubblica un altro brano Illusione distratta e nel 2015 Burqa di Gucci, nel quale Myss Keta indossa per la prima volta un velo insieme ad un paio di occhiali di sole per coprire il viso.

Questo suo modo di coprirsi, sempre in maniera differente, diventa poi con il tempo un suo tratto distintivo. In seguito pubblica il video Le ragazze di Porta Venezia, dove vengono presentate tutte le sue collaboratrici: Miuccia Panda, Donatella, la Prada, la Cha-Cha e la Iban, che la seguono nei concerti.

Nel 2016 esce il mixtape, L’angelo dall’occhiale da sera, nel quale vediamo il suo stile mischiarsi con la musica degli anni ’60 e ’70 e nel 2017, invece, pubblica l’EP Carpaccio ghiacciato, edito da La Tempesta Dischi.

Il primo album di Myss Keta viene pubblicato il 20 aprile 2018 dalla Universal Records, Una vita in Capslock, il quale rappresenta una discesa agli inferi per la cantante, affermando, infatti, che il disco racconta dei suoi demoni interiori e delle problematiche sociali.

Nel 2019 esce il secondo album, Paprika, nel quale collabora con vari artisti tra cui Gué Pequeno, Elodie, Gabry Ponte e Mahmood.

Il 14 gennaio 2020, arriva la conferma da parte di Amadeus, durante la conferenza stampa per il Festival di Sanremo, della conduzione della cantante insieme a Nicola Savino al programma L’Altro Festival su Rai Play.

Insomma pare proprio che la misteriosa Myss Keta sta riscontrando talmente tanto successo che fa sold out nei suoi concerti.

E a voi piace la sua musica?